Instagram stories, come usarlo?

da | Ago 14, 2016 | digital marketing

Da qualche giorno una nuova feature, Instagram stories, è andata a implementare le funzionalità del social visual per eccellenza. Premesso che Instagram resta il mio preferito e che per me non serviva altro: immediato nell’uso dell’immagine, veloce e coinvolgente grazie a quei filtri che riescono a trasformare semplici scatti in istantanee meritevoli di “cuori” – anche se poi a guardare le fotografie degli influencer più famosi si è costretti ad ammettere che c’è chi di filtri non ne ha proprio bisogno…Ecco qui che appena ho eseguito l’aggiornamento dell’app, mi è comparsa in alto una barra orizzontale con le immagini degli utenti che hanno pubblicato la propria storia, riquadrati in un simpatico tondino.

Ma come funziona Instagram stories?

Instagram schermataUn’icona in alto a sinistra – un altro simpatico circolino con un + all’interno – ti permette di  raccontare con un video di dieci secondi o scatti fotografici una storia o una narrazione da proporre ai tuoi followers. Anche per questa nuova funzionalità l’immediatezza è la chiave; scatti una fotografia o un video – basta usare il tasto centrale, un click per la foto, tieni premuto per il video – e prima di pubblicare il materiale editi il tutto in maniera semplice e veloce. Puoi inserire scritte da trascinare ovunque, abbellire con emoticons e inserire altri accorgimenti grafici: le icone in alto a sinistra sono più che intuitive da usare. Se vuoi inserire dei filtri è sufficiente scorrere lo schermo da destra verso sinistra; se invece vuoi usare una fotografia o un video realizzati in precedenza, trascina lo schermo dall’alto in basso e vedrai comparire i tuoi contenuti realizzati nelle ultime 24 ore. Una volta composta la tua storia, puoi annullare o salvare il tutto usando la freccia in basso a destra o pubblicare usando il tasto al centro.

Puoi anche decidere chi può vedere la tua storia e porre delle restrizioni nella fruizione; una volta pubblicata, chi ti segue vedrà il circolino colorato intorno al tuo profilo – dalla sua bacheca in alto o direttamente accedendo alla tua home page personale – e saprà così che hai condiviso un nuovo contenuto; per poterlo vedere non dovrà fare altro che cliccare sopra il tondino e partecipare al tuo racconto lasciando anche un commento privato. Non sono previste al momento altre possibilità di interazione come like, condivisioni o altro

Instagram stories come snapchat?

Lo stanno dicendo in molti e forse è proprio così se pensiamo che Facebook ha cercato di acquisire senza successo l’app di Evan Spiegel, Bobby Murphy e Reggie Brown diverso tempo addietro. Abbastanza scontato quindi che il colosso della Silicon Valley abbia deciso di muoversi di conseguenza. Come per snapchat i contenuti e le storie hanno vita breve e si esauriscono nell’arco delle 24 ore. Se non hai salvato la tua storia oltre ad averla pubblicata, il tutto si cancellerà anche dal tuo rullino. Un peccato se si pensa al target decisamente più maturo a cui si rivolge Instagram stories rispetto a quello di snapchat, una base utente che con molta probabilità mal sopporterà la perdita dei propri contenuti e che forse è molto meno abituata dei più giovani a una comunicazione “usa e getta”.

A questo punto quello che resta da chiedersi è quale sarà il futuro di snapchat e quali le ricadute in termini di business per Instagram stories.

Close
Share This